venerdì 29 maggio 2009

Socrate e gli amici


Socrate si stava costruendo una piccola casa.
Uno dei passanti, come solito, si stupì di ciò:
"Come -gli chiese- un uomo della tua fatta e della tua celebrità si costruisce una casa così piccola?"
"Voglia il Cielo - rispose il filosofo - che io possa riempirla di amici veri".

Questo è una favola (in senari giambici) di Fedro.
Come non dargli ragione? Come non sentire attuali, fortemente attuali, queste righe?

Sir

5 commenti:

  1. è vero alle volte è difficile rienpire una stanza,figurati una casa,bello il tuo post,ciao sir.

    RispondiElimina
  2. Mi viene in mente un pensiero che forse potrà sembrare ormai troppo usato, però anche se citato da molti, non so quanto veramente sia messo in atto nella praticità.
    "non conta cià che si vede, ma bensiì ciò che è celato dietro le apparenze"
    Un caro saluto
    Simona

    RispondiElimina
  3. Il tuo pensiero, cara Simona, è troppo usato, come dici tu. Troppo...per essere veramente capito e vissuto fin dalla radice. Infatti, hai ragione: siamo veramente sicuri che tutti (o perlomeno molti) mettano in pratica ciò di cui parlano?
    In sè il pensiero è bellissimo. E', direi, una legge di vita. Ma proprio per questo spesso è elusa, e tantissimi si accontentano delle apparenze (non spiegate e non vissute). Questo ci dimostra il boom della "società dell'immagine" che stiamo vivendo. La contemplazione di un'immagine che spesso è fine a se stessa (ma lascia un gran vuoto dietro di sè ).
    E allora? L'apparenza è un segno, e cela significati profondi, a volte.
    L'importante, come dici tu, è appunto non fermarsi all'apparenza ma cercare di scoprire il significato del segno.
    Ciao e grazie, Simona
    Carlo

    RispondiElimina
  4. Se siamo coscienti del sentimento di condividere...
    la vita sarà più semplice e, stare con gli amici, sarà più bello
    Non avere dubbi mai, tutte le cose che vivi se sono vere come noi, non finiranno mai.
    Ci vuole cosi poco ad essere sinceri e a volersi bene... forse per questo motivo che pochi ci riescono ad essere se stessi..
    un caro saluto per le due persone che leggo con vero piacere... lisa

    RispondiElimina
  5. ecco perchè lo chiamano socrate perchè dice sacre parole !!!!!

    RispondiElimina