venerdì 17 aprile 2009

Festeggio le oasi



Domani si festeggia la giornata delle oasi del WWF. Dobbiamo tutti prendere coscienza dell'importanza di queste iniziative: grazie alle Oasi, in Italia si sono potute salvare specie zoologiche come:
il cervo sardo (Oasi di Monte Arcosu), la lontra (tra le altre, Burano, Policoro, Persano, Grotte del Bussento), il lupo (Oasi appenniniche), il fenicottero rosa (Orbetello, Burano) e anche specie meno note come il piccolo anfibio Pelobate fosco (Bellinzago).



Grazie alle Oasi in Italia ha vinto la Natura e la coscienza ecologica si è diffusa ancor più, contribuendo a fornire anche un ottimo strumento pedagogico per i più piccoli ed un alt alla cementificazione ed allo scempio della Natura.
Se potete, domani andate a trascorrere un fine settimana in un'Oasi del WWF: la Natura ve ne sarà grata (ed anche i Ricci)!

Sir Galahad

2 commenti:

  1. E' una bella iniziativa e mi sembra importante dire che per aiutare le famiglie sfollate dai centri colpiti dal sisma l’associazione ha messo a disposizione della Protezione Civile le foresterie e i centri visite delle vicine Oasi abruzzesi e i propri Centri di Educazione Ambientale.

    A quelli già annunciati immediatamente dopo le prime forti scosse - 10 posti nell’Oasi Gole del Sagittario (comune di Anversa degli Abruzzi, provincia de L’Aquila), 5 posti nell'Oasi Cascate del Rio Verde (comune di Borrello, provincia di Chieti), si sono aggiunti 50 posti dell’Oasi del Lago di Penne (provincia di Pescara) ed altri 25 del Centro di Educazione Ambientale di Recanati (Marche).

    Segnalo il link per maggiori informazioni:
    http://www.wwf.it/client/ricerca_oasi.aspx?rootOasi=3367&root=20008&parent=19746&content=1

    RispondiElimina
  2. Grazie, Teresa, per il tuo graditissimo intervento e per i riferimenti. I Ricci te ne saranno grati! (uah uah)

    RispondiElimina